Come fare il brodo di gallina

Come fare il brodo di gallina: tutti i segreti

Il brodo fatto in casa è quello che fa la differenza tra una ricetta buona e una deliziosa: ecco come fare il brodo di gallina!

Non si può certo negare che le ricette casalinghe siano garanzia di qualità e bontà. Per questo motivo vi suggeriamo un metodo che è tra i capisaldi della cucina: come fare il brodo di gallina. Per fare il brodo di gallina il primo fattore da prendere in considerazione è il tempo a disposizione.

Per fare un buon brodo di gallina (o di pollo) infatti, ci vuole tempo, circa due ore. È l’unica cosa che non potrete tralasciare. Tutto questo impegno però sarà di certo ripagato dal risultato. La base del brodo di gallina infatti altro non è che la bollitura in acqua della carne di gallina, accompagnata da verdure ed erbe. Durante la cottura lenta l’acqua si insaporisce e acquisisce lentamente tutti i nutrienti degli ortaggi e delle carni.

Ecco tutti i passaggi per imparare a fare il brodo di gallina!

Per prima cosa preparate le verdure. Lavate le carote (due) ed eliminate le estremità. Pulite la cipolla e anche in questo caso sacrificate le due estremità. Per quanto riguarda il sedano, se userete anche le foglie otterrete un sapore decisamente più marcato. Infine, occupatevi delle erbe: prezzemolo e alloro, con tutto il gambo, profumano e aromatizzano, senza caratterizzare eccessivamente l’esito finale.

preparazione brodo di gallina

Ora pensate alla carne. Acquistate la Gallina; spellatela ed eliminate il grasso visibile. Mettete una pentola capiente colma d’acqua sui fornelli e immergetevi la Gallina, le verdure e 10 gr di sale grosso. Accendete il fuoco e quando l’acqua comincia a bollire, abbassate la fiamma al minimo e fate poi sobbollire per circa 2 ore.

A proposito di tempi di cottura: calcolateli dal bollore e tenete presente che, più a lungo sta sul fornello, più il brodo risulterà saporito

Per fare un buon brodo di gallina bisogna azzeccare un aspetto che spesso si tende a trascurare: la sapidità. Se resterete “indietro con il sale” durante la preparazione del brodo dovrete poi bilanciare nella ricetta. Ad esempio se state cucinando un risotto tenete conto del fatto che non avete messo il sale (o ne avete messo poco) nel brodo, e regolatevi di conseguenza.

brodo di gallina sale

Un buon compromesso potrebbe essere quello di aggiungere il sale a fine cottura, quando ormai il liquido non si restringerà più di tanto, tenendo comunque la mano leggera. La tecnica della bollitura dolce infatti permette di estrarre dagli ingredienti tutti i sapori, compresa la naturale sapidità.

Durante la cottura, di tanto in tanto controllate la pentola e mescolate. Trascorse le due ore spegnete il fuoco, scolate la carne e le verdure, filtrate il brodo e lasciatelo raffreddare. Riponetelo in frigorifero in un vaso chiuso ermeticamente. Al momento di utilizzarlo, rimuovete lo strato di grasso che si forma in superficie.  Il vostro brodo di gallina è pronto per essere sfruttato in qualche gustosa ricetta!

back to top arrow