errori da evitare per una polenta da sogno

7 errori da evitare per una polenta da sogno

È un piatto essenziale e semplice, ma dalla preparazione affatto banale! Ecco i 7 errori da evitare per una polenta da sogno!

Può venire farinosa, grumosa, troppo liquida o troppo secca; la polenta perfetta non è sempre facile da cucinare. Ecco perché vi mettiamo in guardia e vi elenchiamo i 7 errori da evitare per una polenta da sogno. Un piatto di umilissime origini che però si comporta da principe delle ricette autunnali ed invernali, sposandosi alla perfezione con un’infinità di secondi piatti, di carne, di pesce e con antipasti sfiziosi.

Quello di cui però spesso non teniamo conto è l’insidia che si cela dietro questa antica preparazione contadina: la ricetta della polenta infatti non è affatto complessa, ma sottintende una serie di accorgimenti, che vi permetteranno di portare in tavola il piatto ideale per accompagnare il vostro spezzatino!

Per questo motivo vi proponiamo la guida definitiva con i 7 errori da evitare per una polenta da sogno.

Errori da evitare per una polenta da sogno: la pentola giusta

pentola polenta

Fedelissimi alla tradizione bucolica, dovreste usare un paiolo di rame. I paioli di rame hanno un fondo particolarmente spesso che impedisce alla polenta di bruciarsi. Se non siete in possesso di questo prezioso utensile, potete usare comunque una casseruola: l’essenziale è, appunto, il fondo spesso.

Errori da evitare per una polenta da sogno: la crosticina deve esserci

Nonostante il fondo del paiolo sia spesso, si formerà ugualmente una crosticina di polenta; è giusto che ci sia! È quello strato che permette poi alla vostra polenta di cuocere “protetta” a lungo. Quindi non staccate la crosta continuamente con il cucchiaio di legno, durante la cottura, ma mescolate con energia e a lungo.

Errori da evitare per una polenta da sogno: la farina

farina polenta

Gli ingredienti della polenta sono 3: farina, acqua e sale. È essenziale quindi che la farina, ingrediente principe e materia prima chiave della ricetta, sia di ottima qualità. Diffidate quindi dei prodotti che promettono cotture istantanee, farine per polente pronte in 3 minuti. Una buona polenta deve cuocere a fuoco lento e a lungo, per almeno 40-45 minuti.

Errori da evitare per una polenta da sogno: le dosi esatte

Essere assaliti dal dubbio è all’ordine del giorno se non si ha familiarità con la cucina. In questo caso il dilemma riguarda le dosi di acqua e farina. Il minimo indispensabile per la polenta classica è una dose di acqua 4 volte superiore al peso della farina.

Errori da evitare per una polenta da sogno: l’aggiunta di olio

Se vi accorgete che la vostra polenta tende ad essere leggermente ruvida, potete tentare di ammorbidirla, aggiungendo un filo d’olio di girasole, che ha un sapore tenue e non rischia di compromettere il gusto della polenta o di alterarlo.

Errori da evitare per una polenta da sogno: tempi di cottura

cottura polenta

Non tentate di accorciare i tempi. Iniziate con anticipo, senza cercare di rimediare all’ultimo minuto. La parola d’ordine è pazienza.

Errori da evitare per una polenta da sogno: quantità

Capita spesso di fare badilate di polenta e non sapere poi come smaltirla. Evitate il più possibile gli sprechi e basatevi su queste quantità: 500 grammi per 6 persone, 400 grammi sempre per 6, ma nelle versioni arricchite da formaggi vari.

back to top arrow