Degustazione vino

5 regole per organizzare una degustazione di vini a casa propria

Se avete sempre desiderato darvi arie da sommelier, ecco le 5 regole d’oro per organizzare una degustazione di vini da veri estimatori, stupendo così tutti i vostri ospiti.

Se il vino è tra le vostre passioni e siete in cerca dell’idea per rendere una serata tra amici davvero speciale, perché non organizzare una degustazione di vini a casa vostra? Si tratta di un modo originale e divertente per scoprire nuovi sapori, ampliare la vostra conoscenza dei vini e passare una piacevole serata in compagnia degli amici più cari all’insegna del buon cibo. Ma attenzione perché ci sono alcuni piccoli accorgimenti che dovrete seguire per rendere la vostra serata davvero perfetta. Quali? Ecco le 5 regole d’oro per una degustazione di vini da veri sommelier da organizzare a casa e che lascerà tutti i vostri ospiti a bocca aperta. Provare per credere!

Come organizzare una degustazione di vini a casa: la giusta atmosfera

Atmosfera per degustazione vino

La prima regola da seguire per la perfetta riuscita di una degustazione di vini in casa è quella di creare la giusta atmosfera. I vostri ospiti devono infatti trovare un ambiente accogliente e rilassante che li faccia sentire a proprio agio e gli permetta così di concentrasi sulle note aromatiche di ciascun vino. Ma come creare la giusta atmosfera? Bastano piccoli accorgimenti: una playlist rilassante e delicata in sottofondo (evitate di esagerare con il volume), luci soffuse o se preferite qualche candela, piccoli dettagli, insomma, che contribuiranno a rendere l’atmosfera gradevole e avvolgente.

Come organizzare una degustazione di vini a casa: la scelta dei vini

La scelta dei vini è uno dei momenti cruciali per la perfetta riuscita della serata. Il nostro suggerimento è quello di optare per un minimo di 4 e un massimo di 6 vini, privilegiando quelli che hanno un tema in comune. Il nostro consiglio è, ad esempio, quello di optare per lo stesso tipo di vino prodotto in due paesi o regioni differenti, un vino appartenente alla stessa regione ma prodotto da produttori distinti oppure ancora lo stesso vino ma di diverse annate.

Soltanto in questo modo potrete cogliere al meglio tutte le sfumature che differenziano i vini che assaggerete, dando la possibilità anche ai meno esperti di individuare con facilità le differente, apprezzando le sfumature e le note di carattere di ciascun assaggio.

Come organizzare una degustazione di vini a casa: i cibi da abbinare

Cibi per degustazione vino

Durante la degustazione il nostro consiglio è quello di offrire ai vostri ospiti soltanto pane e grissini, utili a pulire il palato e riservare gli altri stuzzichini o piatti leggeri alla fase precedente o successiva alla degustazione. In questo modo i vostri ospiti non si appesantiranno e il vino rimarrà l’unico protagonista indiscusso della serata. Prima o dopo la degustazione, oltre ai classici stuzzichini salati, gli affettati, i salumi e i formaggi, potete optare anche per qualcosa di più ricercato, ma altrettanto leggero, come ad esempio dei cestini di salame ripieni, deliziosi fagotti croccanti di würstel taleggio oppure degli spiedini di tacchino con mele noci e ribes

Come organizzare una degustazione di vini a casa: la preparazione della tavola

Prima di servire il vino, lasciatelo decantare nell’apposito decanter (se si tratta di vino rosso) in modo che abbia la possibilità di sprigionare tutto il suo sapore e aroma. Non dimenticate, inoltre, di considerare un bicchiere di acqua fresca per ciascun ospite e posizionare una brocca sul tavolo così che ciascuno possa servirsi all’occorrenza. Se volete poi divertirvi a giocare agli esperti sommelier, il nostro suggerimento è quello di dare un foglio di valutazione a ciascun ospite, in modo che possa annotare le proprie considerazioni sul vino che sta sorseggiando.

L’ideale è che ciascun invitato abbia almeno due bicchieri da vino e affinché la vostra degustazione sia davvero a prova di sommelier, fate in modo di utilizzare calici trasparenti (così che ciascuno abbia la possibilità di vedere chiaramente colore e l’intensità), dotati di uno stelo così da evitare che il vino si scaldi quando gli invitati terranno il bicchiere in mano.

Come organizzare una degustazione di vini a casa: la degustazione          

Degustazione

Iniziate sempre dal vino più leggero fino ad arrivare a quello più corposo e quando lo verserete, ricordatevi di non colmare i calici dei vostri ospiti: il bicchiere piccolo va riempito per un terzo, quello grande per un quarto. Prima di sorseggiare il vino portate il calice all’altezza degli occhi per valutarne la trasparenza, fate poi ruotare leggermente il bicchiere in modo da far restare del vino sulle sue pareti e valutarne fluidità e grado alcolico.

Avvicinate il bicchiere al naso e annusate gli aromi che riuscite a cogliere, poi sorseggiate lentamente e provate a indovinare le note aromatiche e i sapori con l’aiuto di tutti i sensi. Per aggiungere un pizzico di divertimento alla serata potete anche optare per una simpatica sfida: coprite le etichette delle bottiglie di vino e lasciate che i vostri invitati indovinino di che vino si tratta quando lo avranno sorseggiato. Al vincitore andrà il titolo di esperto sommelier della serata!

back to top arrow