Arrosto di coniglio

Arrosto di coniglio: tutto il gusto del coniglio rollè farcito

Saporito e pratico da preparare, il coniglio rollè farcito di AIA è ideale al forno o in tegame, accompagnato da verdure di stagione o da croccanti patate al forno. Ecco tutti i modi per cuocerlo e portarlo sulle tavole di festa!

Il Coniglio Rollè di AIA, è completamente disossato e ripieno con mortadella, patate, formaggio e carote, pronto da cuocere e con un sapore di grande carattere.

Pur mantenendo il classico sapore delicato, tipico di questa carne, l’arrosto di coniglio, essendo lardellato con pancetta a fette, assume in cottura un sapore deciso e una consistenza morbida e succulenta.

Ideale per il pranzo della domenica o per la tavola di Pasqua e delle feste in genere, l’arrosto di coniglio è il secondo piatto che accontenterà tutti i palati.

Arrosto di coniglio, metodo di cottura

Potrete preparare l’arrosto di coniglio nei seguenti modi:

In tegame: in un tegame abbastanza ampio da contenere comodamente il coniglio rollè, mettete un filo d’olio extravergine di oliva (o una noce di burro a seconda dei gusti), sistemate il coniglio ripieno e rosolatelo bene da ogni lato. Poi sfumatelo con brodo o vino bianco e fatelo cuocere per 35/40 minuti a fuoco dolce, aggiungendo qualche cucchiaio di brodo se necessario.

Al forno: preriscaldate il forno a 200°C. Sistemate il coniglio in una pirofila e aggiungete un filo d’olio extravergine di oliva. Infornate e cuocete per 60 minuti rigirando l’arrosto di tanto in tanto.

Consigli per la preparazione dell’arrosto di coniglio

Sia che si tratti del coniglio rollè, sia che si tratti di un qualsiasi arrosto di carne, ma anche di involtini, ci sono alcune regole da rispettare per ottenere una cottura perfetta:

Arrosto
  • non bucatelo: quando girate l’arrosto, fate attenzione a non usare forchette, pinze o forchettoni che possano bucare la carne. Aiutatevi con cucchiaio e paletta, bucare l’arrosto in cottura significa far fuoriuscire tutti i succhi della carne e renderla quindi secca e poco succulenta;
     
  • giratelo al momento giusto: per ottenere il miglior arrosto di coniglio, la rosolatura è una fase fondamentale. Lasciate che gli zuccheri della carne caramellizzino con il calore, non girate quindi il coniglio velocemente, ma fatelo soffriggere per bene prima di procedere. Non abbiate timore di bruciare la carne, stando attenti, il vostro arrosto di coniglio formerà una crosticina croccante all’esterno e avrà una deliziosa morbidezza al cuore;
  • sfumatelo per insaporirlo: garantirete un favoloso aroma al vostro coniglio rollè, sfumandolo con brodo di carne, vino o acqua calda. Anche la birra è perfetta per cuocere la carne, ma procedete con questa operazione solo quando il coniglio sarà perfettamente rosolato;
     
  • insaporitelo con le erbe, spezie e verdure: trattandosi di carne bianca come il pollo, il coniglio è ancora più saporito se accompagnato da spezie ed erbe aromatiche. In cottura arricchitelo con aglio, cipolla, fettine di limone, salvia, sedano, timo e zafferano;
erbe
  • accompagnatelo con un buon contorno: il rollè di coniglio, essendo un secondo piatto importante da presentare su tavole numerose, prevede l’accompagnamento con un buon contorno di verdure. Patate al forno, verdure grigliate, insalata mista andranno benissimo, ma anche carciofi e funghi lo renderanno saporitissimo. 
back to top arrow