fitness

Allenamento funzionale: che cos’è e come funziona

Sempre più persone si affidano a questo tipo di esercizi semplici ed essenziali: ecco che cos’è e come funziona l’allenamento funzionale.

Quando si parla di allenamento funzionale ci si riferisce ad una serie di esercizi improntati e indirizzati verso una particolare funzione da potenziare. Negli ultimi anni l’allenamento funzionale è entrato in modo deciso nelle abitudini di chi pratica o di chi intende iniziare a praticare fitness e attività fisica regolare.

Il risultato è che nelle palestre, sempre con maggior frequenza, si sente parlare di allenamento funzionale e sempre più spesso si vedono aree dedicate, dove a dettar legge non è più il macchinario esteticamente bello e dal costo esorbitante, ma un ambiente spartano dove poter fare esercizi a corpo libero e/o con semplici attrezzi, come la fitball, palle mediche, sbarra per trazioni e altri. Vediamo quindi, nello specifico che cos’è e come funziona l’allenamento funzionale.

Un movimento si dice funzionale quando rispecchia i gesti della vita quotidiana, movimenti naturali, realizzati grazie alla contrazione sinergica di più gruppi muscolari. Scopo di questo allenamento è sviluppare un corpo bello, armonico e forte tramite esercizi che richiamano le funzioni base per cui è nato; per questo si vanno a creare percorsi che si avvicinino il più possibile a quello che il corpo umano svolge naturalmente.

pesi palestra

L’allenamento funzionale è un allenamento a 360° dove non viene richiesta solo una caratteristica e dove non viene chiesta la specificità. Essere funzionali vuol dire essere forti, reattivi, agili, veloci, elastici, coordinati ed equilibrati.

Il meccanismo di un allenamento funzionale si basa su tre semplici principi:

- deve trattarsi di un allenamento che coinvolge i tre piani di movimento nello spazio (frontale, sagittale, trasverso);

- deve coinvolgere il maggior numero di articolazioni possibili;

- deve essere effettuato ricordando sempre che il fascio addominale-lombare è il centro del corpo ed è assolutamente fondamentale per migliorare l'attività fisica;

Scopo principale, quindi, dell'allenamento funzionale è quello di aiutare a recuperare il controllo del corpo, imparando ad ascoltare le sue necessità.

allenamento

I benefici dell'allenamento funzionale sono molteplici. Il primo effetto positivo che si può conseguire grazie ad esso, è il raggiungimento dell'equilibrio di tutti i componenti che interagiscono nel proprio corpo, andando a lavorare sia sul fisico che sulla mente.

Altri benefici che si possono trarre dall'allenamento funzionale sono il miglioramento delle capacità cardiovascolari, il miglioramento dell'agilità e della tonicità del muscolo. Anche e soprattutto per quest'ultimo motivo, l'allenamento funzionale è spesso impiegato per le riabilitazioni e per il recupero post-traumatico.

Nell’allenamento funzionale sono previsti esercizi come gli squat e gli affondi per la tonificazione di cosce e glutei, addominali per favorire il dimagrimento del punto vita e avere finalmente una pancia piatta e i piegamenti, utilissimi per rassodare la muscolatura superiore del tronco e le braccia.

Infine, eseguendo routine di allenamento basate sui principi dell'allenamento funzionale è possibile allenarsi meno per ottenere di più: allenamenti veloci basati su esercizi che coinvolgono tutto il corpo permettono di bruciare calorie, aiutando a mantenersi in forma e a tonificare tutti i muscoli contraendoli in modo sinergico.

back to top arrow