ARTICOLI

Scopri i modi migliori di restare in forma, con il corpo e con la mente
direttamente dal nostro blog





2' di lettura

Le abitudini sane che puoi mantenere anche in vacanza

Le hai aspettate così tanto e finalmente sono arrivate: le ferie sono il momento di pausa meritata, l’occasione per... continua a leggere

Le abitudini sane che puoi mantenere anche in vacanza

Le hai aspettate così tanto e finalmente sono arrivate: le ferie sono il momento di pausa meritata, l’occasione per staccare e rilassarsi, lontani dalla frenetica quotidianità che caratterizza le giornate durante l’anno. E di quella quotidianità fanno parte moltissime abitudini: eccone tre così sane da portare anche in vacanza!

Tempo libero? Tempo per te

Se vacanza è sinonimo di tempo libero, tempo libero significa tempo da dedicare a sé. Per assaporare fino in fondo questi giorni di relax, dai maggiore spazio alle attività che durante l’anno hai lasciato ai ritagli di tempo: riprendi in mano il libro che stavi leggendo e non avevi mai tempo per finire, o recupera quell’hobby che avevi messo da parte a causa delle giornate troppo piene. Ma ricorda: niente fretta, che le vacanze sono fatte per rilassarsi.

“Se vacanza è sinonimo di tempo libero, tempo libero significa tempo da dedicare a sé.”

Non dimenticare l'alimentazione

Frutta e verdura, a rapporto! L’estate, date le alte temperature, è caratterizzata da un consumo più ampio di frutta e verdura, perché fresche e saporite, e ideali per mantenere un’alimentazione equilibrata in cui non mancano vitamine e sali minerali. Portala con te anche in vacanza: esplora le varietà tipiche del posto, e arricchisci i tuoi pasti quotidiani con profumi e sapori di stagione, corpo e umore ne beneficeranno! E se vuoi aggiungere quel tocco di gusto e leggerezza, prova gli affettati aeQuilibrium AIA.

Muoviti, ma senza pressioni

Aria aperta e sole sono due ingredienti perfetti per fare sport: soprattutto d’estate! Evita le ore più calde ma non evitare l’attività fisica, soprattutto in vacanza. Se sei uno sportivo scegli la mattina presto o il tramonto per concederti un po’ di jogging, e goditi la quiete delle città che si svuotano. Ma non c’è solo la corsa: una passeggiata è il pretesto ideale per andare a cercare scorci mozzafiato e tramonti pieni di colori, tutti da fotografare. E se state trascorrendo le vostre ferie in una località marittima, sfruttate allora il mare: nuotate e passeggiate sulla spiaggia sono perfette per rassodare e tonificare i vostri muscoli!

"Evita le ore più calde ma non evitare l’attività fisica, soprattutto in vacanza.".
2' di lettura

Tre modi per iniziare la giornata di Buonumore

Gli impegni della settimana sono molti, fra lavoro e tempo libero tanti imprevisti si mettono di traverso, e in un periodo un po’ troppo stressante può capitare che l’umore non sia al top. continua a leggere

Tre modi per iniziare la giornata di Buonumore

Gli impegni della settimana sono molti, fra lavoro e tempo libero tanti imprevisti si mettono di traverso, e in un periodo un po’ troppo stressante può capitare che l’umore non sia al top. La sensazione di sentirsi scarichi già quando si scende dal letto per affrontare la giornata nuova la conosciamo tutti, semplicemente può capitare.

Che fare? Rassegnarsi a una giornata storta e sperare soltanto che finisca il più presto possibile? In realtà un’alternativa c’è.

La mattina è il momento migliore per “decidere” una giornata. Spesso in pochi minuti si può determinare la sorte di tutte le ore successive, basta soltanto farlo succedere. Ecco tre modi per iniziare la giornata con il buonumore, anche se i presupposti sono ben diversi.

Una colazione davvero tua

Non leggi certo per la prima volta che la colazione è un pasto importantissimo e non andrebbe mai saltato. Eppure lo fai, vuoi perché non hai tempo, vuoi perché non hai nulla con cui farla e non vuoi spendere soldi al bar. Ma proprio in quei giorni in cui tutto sembra accavallarsi e si fatica a incastrare gli impegni, rubare una mezz’ora a qualsiasi cosa si debba fare per concedersi una colazione seduti, tranquilli e spensierati, e con il piatto che si preferisce, può fare la differenza. Non iniziare subito con la fretta aiuterà ad essere più concentrati ed efficienti per tutta la giornata, e con più energia per affrontarla. Un piccolo ritardo al mattino per evitare di trascinarsi in tanti piccoli ritardi fino a sera. Provare per credere!

“Rubare una mezz’ora a qualsiasi cosa si debba fare per concedersi una colazione seduti, tranquilli e spensierati, può fare la differenza!”

Una doccia fredda

Spesso è sinonimo di “fregatura”, di “grande delusione”, eppure hai mai davvero provato una doccia con l’acqua a bassa temperatura al mattino? Chi lo fa non torna più indietro, perché è un modo di risvegliare il corpo e l’umore davvero impareggiabile. I capillari tentano di riscaldare la pelle aumentando la circolazione sanguigna, e questo genera un ricambio di ossigeno benefico. Inoltre si contraggono i muscoli favorendo così l’espulsione di veleni e tossine che non se ne sono andati con la notte; ultimo ma non ultimo, stimola il sistema ghiandolare a secernere ormoni in grado di migliorare l’umore. Alla lunga tutto questo si traduce in un benessere e un ringiovanimento che ti faranno chiedere perché non ci avessi pensato prima.

Fissati un obiettivo

Ogni giorno è diverso da un altro, e non importa che in quel giorno il tuo principale obiettivo sia gigantesco o minuscolo: se lo raggiungi ti darà in ogni modo soddisfazione, anche se ti sei sforzato poco per ottenerlo. Dunque anche in quelle mattine grigie che sembrano non promettere niente, è importante fissarsi un traguardo da raggiungere per dare un senso alla giornata: chiamare un amico, sbrigare una pratica che rimandi da tempo, concederti un giro in un negozio, correre 1 km in più di ieri. Non importa quale scelta farai, l’importante sarà andare a dormire dicendo, ancora una volta, “ce l’ho fatta”.

Non importa quale scelta farai, l’importante sarà andare a dormire dicendo, ancora una volta, “ce l’ho fatta”.
2' di lettura

Ridipingere le pareti: ecco i colori che possono cambiare il tuo umore!

Scegliere i colori per gli interni della propria casa è tutto tranne che semplice: non si tratta solo di abbinare le giuste tinte all’arredamento già presente, ma anchedi scegliere delle nuance che abbiano un’influenza positiva sul nostro umore. Sì, perché anche i colori hanno un ruolo nel nostro benessere: si chiama cromoterapia. continua a leggere

Ridipingere le pareti: ecco i colori che possono cambiare il tuo umore!

Scegliere i colori per gli interni della propria casa è tutto tranne che semplice: non si tratta solo di abbinare le giuste tinte all’arredamento già presente, ma anchedi scegliere delle nuance che abbiano un’influenza positiva sul nostro umore. Sì, perché anche i colori hanno un ruolo nel nostro benessere: si chiama cromoterapia.

Cos’è la cromoterapia

Luce e colore hanno la capacità di influenzare il nostro umore, e di conseguenza le nostre emozioni e le nostre relazioni. La cromoterapia si basa infatti sull’utilizzo dei colori per produrre una stimolazione sensoriale precisa, che ha poi un impatto sul corpo e sulla mente. Secondo le ricerche, il nostro cervello interpreta le lunghezze d’onda come colori, producendo reazioni diverse a seconda dei toni con cui entra in contatto:per questo la scelta delle tinte domestiche non va sottovalutata.

“Luce e colore hanno la capacità di influenzare il nostro umore, e di conseguenza le nostre emozioni e le nostre relazioni.”

Come scegliere i colori per la casa

Sono due i criteri da seguire nella scelta dei toni giusti: uno soggettivo, uno oggettivo. Il primo di questi è senza dubbio il tuo gusto personale: non ci sono influenze esterne, solo ciò che ti piace e ciò che non ti piace; perché sei tu che vivrai la tua casa ogni giorno. E poi c’è un criterio oggettivo: i colori di tendenza, dai quali prendere ispirazione, o la collocazione della tua abitazione, con una maggiore o minore esposizione alla luce, o la grandezza degli spazi interni.

“Sono due i criteri da seguire nella scelta dei toni giusti: uno soggettivo e uno ogettivo.”

E quindi, qualicolori scegliere?

Comincia a ragionare stanza per stanza. La camera da letto è un ambiente dove riposare, per questo è opportuno scegliere un colore che aiuti e stimoli a rilassarsi: per esempio il blu, o la tonalità “denim drift”, cioè un azzurro tendente al grigio, che favorisce una sensazione di quiete; in alternativa va bene anche il rosa, tinta calma e dolce. La cucina è un luogo di socialità: scegli un colore che dia energia, come l’arancione o il giallo, che trasmettono ottimismo e vitalità. Poi c’è il bagno: il grigio puro ispira eleganza, l’azzurro rasserena e trasmette calma e benessere. Perché scegliere il bianco quando ci sono questi colori? Ma non dimenticare l’ingresso: i colori neutri come il beige, nella sua tonalità tenue, è perfetto per accogliere gli ospiti e dare una sensazione di equilibrio e armonia.

2' di lettura

Sport al mattino o alla sera?

C’è chi punta la sveglia una sola volta, e prima che suoni è già in piedi, e chi ne punta cinque o sei, ma puntualmente deve rinunciare al buon proposito di alzarsi presto per andare a correre, o fare ginnastica. continua a leggere

Sport al mattino o alla sera?

C’è chi punta la sveglia una sola volta, e prima che suoni è già in piedi, e chi ne punta cinque o sei, ma puntualmente deve rinunciare al buon proposito di alzarsi presto per andare a correre, o fare ginnastica.

C’è chi a pranzo si concede quel qualcosa in più, perché tanto poi dopo lavoro ha programmato una sessione di ripetute, e chi invece torna a casa e vuole solo sedersi sul divano e aspettare ora di cena.

È meglio fare sport la mattina o la sera?

Possiamo essere dei mattinieri o dei tiratardi, ma sicuramente almeno una volta nella vita ci siamo posti la stessa domanda: è meglio fare sport la mattina o la sera? Come è facile immaginare, la risposta è: dipende. Dall’obiettivo che ci si pone, ma anche dai nostri ritmi di vita, dalle predisposizioni, dai messaggi che ci manda il nostro corpo.

“Dipende. Dall’obiettivio che ci si pone, ma anche dai nostri ritmi di vita, dalle predisposizioni, dai messaggi che ci manda il nostro corpo”

Attività aerobica

Semplificando molto, possiamo dire che per l’attività aerobica che punta a perdere peso (come la corsa, ad esempio, o la bicicletta), il momento ideale è in mattinata, anche perché questo tipo di attività ha benefici anche sull’umore e l’energia con cui affrontare poi tutto il resto della giornata (rendendo per esempio più reattivi e positivi sul posto di lavoro).

Attività anaerobica

Al contrario, per l’attività anaerobica, magari finalizzata a un aumento o una definizione della massa muscolare, è il tardo pomeriggio il momento ideale, perché la temperatura del corpo è al picco della giornata, permettendo uno sforzo con carichi più elevati (lo stesso motivo per il quale è sempre bene fare riscaldamento, prima di iniziare questi esercizi sul muscolo). Inoltre, è il momento ideale della giornata per sfogare lo stress e prepararsi a una serata serena.

Il tuo lavoro ti permette di fare attività fisica solo in un determinato momento della giornata? Non vuoi sacrificare le tue ore di sonno per una corsetta?

L’importante è mantenersi attivi; se non ci è possibile seguire le indicazioni ideali, basta sempre riservarsi un po’ di tempo per l’attività fisica.
2' di lettura

Tutti i benefici della camminata

Chi ha detto che il benessere del nostro corpo si costruisce solo con ore di palestra, 
o correndo per chilometri e chilometri? Se vuoi provare qualcosa di diverso 
ma ugualmente salutare, scegli la camminata: mezz’ora all’aria aperta ti darà molti 
più benefici di quanto pensi, provare per credere! 
 continua a leggere

Tutti i benefici della camminata

Chi ha detto che il benessere del nostro corpo si costruisce solo con ore di palestra, o correndo per chilometri e chilometri? Se vuoi provare qualcosa di diverso ma ugualmente salutare, scegli la camminata: mezz’ora all’aria aperta ti darà molti più benefici di quanto pensi, provare per credere!

La salute prima di tutto

Oltre ad aiutarci a gestire lo stress della giornata, camminare influisce sul benessere del corpo a vari livelli. Per esempio: aiuta a prevenire problemi cardiaci e polmonari; favorisce la sensibilità insulinica, riducendo così il rischio di diabete; aiuta nel contrastare il senso di stanchezza ed intorpidimento, tipico della sedentarietà ed ha effetto positivo quindi sulla salute dell’apparato osteo-articolare. Ma non finisce qui: ci aiuta a consumare di più, aumentando il nostro dispendio energetico giornaliero. Aumentare il livello di attività fisica significa promuovere la salute dei nostri muscoli ed aumentare così anche il nostro consumo di energie anche quando siamo a riposo!

“Aumentare il livello di attivitàfisica significa promuovere la salute dei nostri muscoli ed aumentare così anche il nostro consumo di energie a riposo!”

Camminare in compagnia: perché no!

Passeggiare da soli fa bene, ma farlo in compagnia vi aiuterà a guadagnare la motivazione che a volte manca nell’attività fisica. Uscite allora col vostro amico a quattro zampe ocoinvolgete un’amica così da condividerne i benefici, di sicuro ne guadagnerete in benessere e buonumore! E se volete fare un’esperienza nuova, provate i “walking meeting”, ossia le riunioni di lavoro che si svolgono camminando: perché passeggiare aiuta anche la concentrazione e la creatività.

“Passeggiare da soli fa bene, ma farlo in compagnia vi aiuterà a guadagnare la motivazione che a volte manca nell’attività fisica”
2' di lettura

Hai 20 minuti di pausa che non sai come spendere? 
Per star bene usali così!

Venti minuti, un terzo di un’ora, milleduecento secondi: quante cose si possono fare
in questa finestra di tempo? Se stai cercando ispirazione sei nel posto giusto: 
ecco alcuni consigli utili per ricaricarti, così da tornare alle tue occupazioni con la mente 
fresca e rilassata. continua a leggere

Hai 20 minuti di pausa che non sai come spendere? 
Per star bene usali così!

Venti minuti, un terzo di un’ora, milleduecento secondi: quante cose si possono fare
in questa finestra di tempo? Se stai cercando ispirazione sei nel posto giusto: 
ecco alcuni consigli utili per ricaricarti, così da tornare alle tue occupazioni con la mente 
fresca e rilassata. Continua a leggere per saperne di più!

Una passeggiata
 all’aria aperta

Sei a lavoro ma oggi hai finito di mangiare prima del solito: che fare per i prossimi
 venti minuti? Approfittane per uscire all’aria aperta a fare due passi.
 Dalla primavera all’autunno, imparare ad esporre braccia e gambe ai raggi solari, con una passeggiata di una ventina di minuti, favorisce la produzione di vitamina D nel nostro organismo. Oltre ad aiutare a rilassarci quindi, camminare fa bene anche alla salute delle ossa e del sistema immunitario, processi in cui è coinvolta questa importante vitamina! D’estate fai attenzione a evitare le ore più calde.

“Con una passeggiata di una ventina di minuti, favorisce la produzione di vitamina D nel nostro organismo”

Prenditi del tempo
 per te

Ricorda: è sempre il momento giusto per prenderti cura di te. Fallo rilassandoti! Un buon libro è un rimedio perfetto per staccare dalla frenesia della quotidianità: puoi portarlo con te in borsa e leggerlo appena hai un momento libero, oppure concederti venti minuti al sole, su una panchina. Se sei a casa, invece, perché non fare un bel “power nap”?
 Un pisolino ristoratore aiuterà a evitare i cali di concentrazione e ti renderà 
più produttivo.

“Un pisolino ristoratore aiuterà a evitare i cali di concentrazione e ti renderà 
più produttivo”

Vai a una mostra

Venti minuti sono abbastanza, se vuoi fare una pausa diversa dal solito! Vai sul sito del tuo comune e consulta la pagina dedicata all’arte e agli spettacoli: troverai tutte le iniziative culturali attive in città. Scegli la mostra che preferisci, prendi bici o mezzi pubblici e goditi venti minuti all’insegna della cultura: ne varrà la pena, provare per credere!

2' di lettura

Bere 2 litri di acqua al giorno fa benissimo:
 ecco perché”

C’è chi per ricordarsene installa un’app, chi ricopre la scrivania di post-it o chi porta sempre con sé una borraccia: bere acqua è importantissimo! continua a leggere

Bere 2 litri di acqua al giorno fa benissimo:
 ecco perché”

C’è chi per ricordarsene installa un’app, chi ricopre la scrivania di post-it o chi porta sempre con sé una borraccia: bere acqua è importantissimo! In questo articolo ti spiegheremo perché.

La quantità da assumere

Il nostro organismo è costituito da circa il 60% in acqua: mantenere quindi il bilancio idrico, ovvero l’equilibrio tra entrate ed uscite di acqua dal nostro corpo, è fondamentale per la nostra salute sia nel breve che nel lungo termine! La disidratazione, anche lieve, è un rischio in cui incorriamo specie nelle stagioni più calde. La quantità di acqua consigliata, da assumere giornalmente, è di circa 2,5 litri per gli uomini, e di circa 2 litri per le donne.

“La quantità di acqua consigliata, da assumere giornalmente, è di circa 2,5 litri per gli uomini, e di circa 2 litri per le donne”

I benefici

Ma a cosa serve l’acqua? A tutto! È indispensabile per tutte le reazioni che avvengono nel nostro corpo: agisce nella digestione, nell’assorbimento, nella regolarità intestinale, nella respirazione, è importante per la salute della pelle e delle articolazioni ed è fondamentale per la regolazione della nostra temperatura corporea, che come sappiamo deve rimanere costante.

“Se è estate prepara delle infusioni di acqua e frutta fresca, se è inverno via libera alle tisane!”

Trucchi per ricordarsi di bere

E quindi, ora che sai perché fa bene, non ti resta che ricordare di farlo spesso. Vuoi qualche suggerimento? Compra una borraccia provvista di tacche, ognuna delle quali rappresenterà un bicchiere bevuto durante la giornata. Se è estate prepara delle infusioni di acqua e frutta fresca, se è inverno via libera alle tisane! E sennò, c’è sempre quel vecchio metodo di puntare la sveglia.

torna alla sezione principale

Scopri i prodotti di aeQuilibrium AIA
per dare gusto e leggerezza al tuo benessere.

back to top arrow