LE IDEE DI AIA Scoprile tutte!

alghe commestibili

Tutti i tipi di alghe commestibili e i loro usi

Sapide e dalla singolare consistenza, le alghe sono le protagoniste di molti nuovi piatti. Ecco come conoscerle e portarle in tavola.

Con la cucina fusion sempre più in voga anche nel nostro Paese, sono arrivate anche le alghe commestibili. Le troviamo soprattutto nelle preparazioni orientali come il ramen o il sushi, ma anche per arricchire le insalate o come insoliti, ma gradevolissimi, contorni.

Le alghe commestibili hanno un sapore diverso da quelli più conosciuti come il dolce, il salato, l’aspro e l’amaro. Si dice infatti che le alghe hanno il sapore umami, un sapore sapido e a tratti proteico. Sono ricche di proprietà e vitamine e regalano ai piatti uno sprint in più dal punto di vista di gusto e consistenza.

Esistono numerosissime varietà di alghe commestibili, eccovi una selezione di quelle più comuni e facilmente reperibili negli alimentari di cucina orientale.

Alghe in fogli

Alghe commestibili: wakame

È l’ingrediente principale della zuppa di miso, una zuppa di origine giapponese a base di brodo e tofu. L’alga wakame può essere mangiata anche cruda dopo essere stata messa a mollo in acqua fredda per qualche minuto. Unita ad altre verdure darà vita ad insalate sensazionali. Nella tradizionale insalata di alghe wakame giapponese, l’alga viene tagliata a striscioline e condita con semi di sesamo, aceto di riso, miele e zenzero.

Alghe commestibili: spirulina

Molto conosciuta nell’ambito dell’healthy food, l’alga spirulina si può trovare nelle bevande energizzanti, ma anche all’interno del gomasio, un composto di sesamo e sale che serve per condire le insalate e i piatti freddi.

Alghe verdi

Alghe commestibili: nori

Come la wakame, anche l’alga nori è molto conosciuta grazie all’approdo della cucina giapponese in Italia. Quest’alga costituisce il rivestimento dei maki e dei temaki giapponesi, rispettivamente i rotolini e i coni ripieni di riso e pesce. Provate a marinarla con succo di limone, salsa di soia e sesamo per un’insalata irresistibile.

Alghe commestibili: kijiki

Di colore scuro e dalla forma stringata, queste alghe sono perfette per decorare i piatti. Il loro sapore è molto intenso e sono indicate per condire pasta e riso con altre verdure e radici. Oltre ad essere buone, le alghe kijiki sono una grande fonte di sali minerali.

Alghe commestibili: dulse

Quest’alga rossa e piccante, è perfetta per essere abbinata a legumi e cereali o per dare una nuova veste alle classiche zuppe autunnali. L’alga dulse è comune in Nord-Europa e prima di essere consumata deve necessariamente essere essiccata al vento.

Viver sano
it

LE IDEE DI AIA

Tutte le differenze tra cavoli e verze

Una guida pratica alle differenze tra cavoli e verze: gli ortaggi della stagione fredda!

La sfida dei cuochi d’Italia: BonRoll Classico e Polpette

Nella cucina più grande d’Italia Samuele e Anna si sfidano con ricette originali a base di BonRoll...

Alla scoperta di Oporto con il pollo alla portoghese

Cosa non dovete assolutamente perdere durante un weekend a Oporto e la ricetta tipica del pollo...

Conservazione e marinatura sottovuoto: tutti i consigli

Spezie ed erbe aromatica e tanto altro ancora, ecco come marinare e conservare gli alimenti al...