LE IDEE DI AIA Scoprile tutte!

Guida pollo

Pollo: la guida completa

La carne bianca, magra e gustosa del pollo raccontata in una guida completa e ricca di curiosità. Ecco tutto quello che c’è da sapere sul re delle tavole: il pollo.

Nel mondo AIA il pollo è un indiscusso protagonista: il suo gusto semplice e versatile va incontro a tutte le esigenze e alle preferenze che una famiglia può avere, dal pranzo alla cena.

Per i pranzi delle feste potete fare affidamento a Il Pollo che, nella sua versione intera, è ottimo per ricette più elaborate. Se invece preferite la semplicità, gli Straccetti di Pollo fanno al caso vostro: saltateli per qualche minuto in padella e conditeli con sale, pepe ed erbe aromatiche, avrete un piatto leggero e saporito da portare in tavola senza passare troppo tempo ai fornelli. Anche i Fusi di Pollo, apprezzati dai bambini, sono ottimi per un pranzo che accontenta tutti: cotti in forno, al cartoccio o in questa ricetta spagnola gustosissima, conditi con aglio e vino bianco. Le tenere Sovracosce di Pollo daranno alle vostre cene tutto un altro sapore: provatele con pomodorini e origano nella loro versione mediterranea e non potrete più farne a meno. Per una cena sul divano con gli amici di sempre, ma anche da soli, vi basterà glassare o friggere le alette. Il Pollo in Parti è particolarmente indicato per le preparazioni tradizionali: alla cacciatora, alla diavola, fritto e al latte. Mentre per stare leggeri senza perdere il piacere della tavola, le Sottilissime – Fettine di Petto di Pollo AIA sono ottime per un pranzo veloce da consumare a casa o in ufficio, ma anche per portare in tavola involtini deliziosi.

Quando si parla di pollo, nella più grande cucina d’Italia le ricette non mancano: grazie a questa guida, però, scoprirete anche tante curiosità e molto, molto altro!

Fusi pollo zafferano

CONSIGLI DI COTTURA

Grazie alla sua versatilità, il pollo può essere preparato in tantissime versioni. L’unico accorgimento che bisogna avere è quello di rispettare la delicatezza delle sue carni per valorizzarle al meglio. Ecco tutti i segreti di cottura del pollo.

In padella

La cottura in padella è indicata per il pollo, ma solo per fettine di petto, straccetti, bocconcini e tagli medio piccoli. Usate sempre una padella antiaderente e aggiungete, a piacere, un filo d’olio o una noce di burro. La fiamma dovrà essere inizialmente alta, soprattutto nel caso di preparazioni che prevedono di essere sfumate con un liquido alcolico. In caso di ricette che prevedono un tempo di cottura più lungo, la fiamma dovrà essere dolce e ricordate di aggiungere spesso qualche cucchiaio di liquido per mantenere la carne sempre morbida. In padella, se non avete la friggitrice, si può preparare anche il pollo fritto. Usate sempre l’olio di semi che ha un punto di fumo alto e un sapore meno invadente che rispetterà quello gentile della carne bianca.

Con il wok

Simile alla padella, ma con bordi più alti, il wok è perfetto per cuocere il pollo nelle ricette etniche. Ideale per saltare, il wok darà al vostro pollo una gradevole crosticina esterna e una consistenza molto morbida all’interno. Potrete cuocere il pollo con altri metodi e poi ultimare la cottura nel wok insieme ad altri ingredienti come salse, verdure, riso o pasta. Ricordate di tenere sempre la fiamma vivace e di muovere spesso la pentola. Ideale per piccoli pezzi di pollo e per cotture veloci.

Al forno

Indicata per pezzature più grandi, la cottura al forno del pollo non dovrà mai superare i 180°C. Il pollo intero, o in parti, dovrà essere sistemato su una teglia antiaderente o coperta da carta forno. Anche per questo tipo di cottura è consigliabile aggiungere di tanto in tanto un po’ di brodo o acqua calda al bisogno.

Al cartoccio

Cuocere il pollo al cartoccio lo renderà davvero morbido perché tutti i liquidi di cottura resteranno sempre a contatto con la carne. Potrete creare cartocci con la carta stagnola, con la carta forno o con gli appositi sacchetti alimentari. L’aggiunta di spezie ed erbe aromatiche nel cartoccio valorizzerà la componente aromatica delle ricette. La cottura al cartoccio è indicata per essere fatta in forno ad una temperatura mai superiore ai 180°C nel caso delle carni bianche.

 

pollo farcito

Al barbecue o alla piastra

Nonostante la delicatezza del pollo, in alcuni casi è possibile la cottura al barbecue. Usate pezzi abbastanza grandi che prevedono un tempo di cottura superiore ai 20 minuti. Per questo tipo di cottura è possibile affidarsi alle marinature che renderanno la carne croccante all’esterno e morbida all’interno. Potrete marinare con olio e pepe per una versione dal gusto semplice, oppure optare per l’uso di spezie, erbe aromatiche e intingoli come ad esempio la salsa barbecue. Per la cottura alla piastra, invece, è possibile usare anche pezzature più piccole come petti di pollo interi, a bocconcini o a fette. Ricordate di salare la carne sempre alla fine, in questo modo tratterrà tutti i liquidi all’interno e resterà tenera.

Al vapore

Perfetta per chi non può fare a meno di una cucina sana e leggera, la cottura al vapore è indicata per piccoli pezzi di pollo. Questo metodo di cottura è veloce e non prevede l’aggiunta di grassi. Per un sapore più aromatico del pollo cotto al vapore, è consigliabile aggiungere qualche rametto di rosmarino, altre erbe aromatiche o spezie nell’acqua o nel cestello con la carne. I profumi sprigionati renderanno la carne molto profumata e saporita.

I brodi

Non sono veri e propri metodi di cottura ma, quando si parla di pollo, non si può non citarne il brodo, base per molti primi piatti di pasta ripiena (come tortellini e cappelletti) o per i risotti.
Per preparare un buon brodo di pollo è necessario partire da acqua fredda, in questo modo tutto il sapore del pollo verrà rilasciato nel liquido dando vita ad una ricetta eccezionale. Aggiungete mezza cipolla bianca, una carota, una costa di sedano, qualche grano di pepe nero e, a piacere, qualche chiodo di garofano. Accendete la fiamma e schiumate il brodo man mano eliminando la schiuma con l’aiuto di un cucchiaio forato. Salate il brodo a fine cottura. Il pollo usato per la preparazione del brodo è ottimo per creare i ripieni di ravioli, per preparare un ragù di carne bianca o per essere sfilacciato e unito a insalate creative e sfiziose.

CONSERVAZIONE

Il pollo si conserva in frigorifero ad una temperatura tra i 3°C e i 4°C. Ricordate di rispettare i tempi di conservazione indicati sulla confezione. Una volta cotto, potrete conservare in frigorifero il pollo all’interno contenitori ermetici per un massimo di 3 giorni.

Il pollo può anche essere congelato: tenetelo nella sua confezione originale per evitare contaminazioni e riponetelo nel freezer alla temperatura di 18 gradi Celsius. Il pollo intero e i tagli (con e senza ossa) si conservano per 8-9 mesi, mentre le fettine, gli hamburger o il macinato per 3-4 mesi.

Scoprire poi metodi più efficaci per scongelare la carne QUI!

Pollo intero

MODALITÀ DI CONSUMO

Il pollo è perfetto per ogni occasione e per ogni portata. La sua carne magra è ideale per pasti leggeri, ma anche per sontuose cene in famiglia che lo vedono ripieno e cotto al forno, magari accompagnato da un classico contorno di patate, purè o da insalate creative dai profumi più esotici.

Se amate la colazione salata, non esitate ad utilizzarlo come ingrediente di sandwich e toast, magari abbinandolo ad avocado e insalata. Ideale per un pranzo leggero e veloce in ufficio, il pollo diventa protagonista di insalate tradizionali, come la famosa Caesar Salad, o più creative a base di ingredienti stagionali.

A cena il pollo diventa protagonista di condimenti per la pasta o di secondi piatti sfiziosi. Anche per le occasioni speciali il pollo è la scelta giusta. Portatelo in tavola intero o a pezzi e proponetelo con ricette tradizionali, ad esempio all’arancia, ai funghi o alle castagne.

CURIOSITÀ SUL POLLO

Tutti sanno quanto sia buono il pollo e che non esiste cucina al mondo che non preveda almeno un piatto a base di questo ingrediente. Tuttavia ci sono alcune curiosità sul pollo che in pochi conoscono:

  1. Per cuocere sul barbecue un pollo intero e ottenere la perfetta reazione di Maillard (che formerà esternamente una gradevole crosticina croccante), è consigliabile immergere il pollo in una soluzione di acqua e sale per una notte. Trascorse 8-12 ore, strofinate il pollo con il bicarbonato di sodio e cuocetelo sulla griglia rovente.
  2. Esistono 6 categorie di pollo che prevedono circa 30 razze distinte. Le più numerose sono quelle italiane e le più famose sono:
  • Ancona
  • Padovana
  • Romagnola
  • Siciliana
  • Boffa
  • Ermellinata di Rovigo
  • Livorno
Pollo riso

LE RICETTE CON IL POLLO

Antipasti

Primi piatti

Secondi piatti

Piatti unici

Piatti etnici

Per le grandi occasioni

Le ricette della tradizione

Le ricette leggere

Occasioni speciali
it

LE IDEE DI AIA

Tacchino: la guida completa

Vanta una carne magra e ricca di proprietà: scoprite in questa guida come portare in tavola piatti...

Uova: la guida completa

Proprietà, metodi di cottura, curiosità: tutto questo e molto di più nella guida di AIA dedicata...

Panati: la guida completa

Come portarli in tavola, gli abbinamenti e tutti i metodi di cottura: scoprite la guida completa...

3 modi per cucinare le uova all’ultimo minuto

Le uova possono essere preparate in tantissimi modi diversi: eccone 3 facilissimi per cucinarle...