LE IDEE DI AIA Scoprile tutte!

pasta fresca all'uovo di sara milletti

Pasta Fresca all’uovo: regione che vai ricetta che trovi

Tajarin, casoncelli e scialatielli: due formati arrivano dal nord e uno dal centro-sud. Seguite le ricette per realizzarle a casa e sbizzarritevi con i condimenti che preferite!

La pasta fresca all’uovo, uno dei capisaldi della cucina italiana, è tra le pietanze più diffuse e apprezzate nel nostro Paese e vanta tantissime varianti regionali talvolta sconosciute persino da una regione all’altra. Impastata e realizzata spesso a casa, la pasta fresca è quasi un must del pranzo della domenica in famiglia.

Difficile dire quale sia la ricetta più popolare anche perché talvolta le differenze tra una tipologia e l’altra sono davvero sottili. Basti pensare a tagliatelle, fettuccine e pappardelle ad esempio. Gli ingredienti sono sempre gli stessi e a variare è solo la forma, o meglio la larghezza.

Spaziando nel “mare magnum” di ricette di pasta fresca all’uovo regionali, eccone 3 che sono meno popolari di altre ma altrettanto versatili, gustose e semplici da realizzare a casa.

I Tajarin, tipici del Piemonte, sono una pasta fresca caratterizzata dal colore giallo molto intenso poiché il numero dei tuorli presenti nell’impasto è elevato. In onore della tradizione culinaria della regione dalla quale arrivano, provateli con un ragù alla langarola oppure nella versione bianca con burro e tartufo bianco.

Tajarin
Ingredienti per 4 persone
300g di farina
1 cucchiaio di olio evo
2 Uova Extra Fresche Grandissime
6 tuorli
1 pizzico di sale

Procedimento
Setacciate
la farina sulla spianatoia, unite il sale e fate un buco al centro. Disponete i tuorli al centro della farina e usate la forchetta per amalgamare i due ingredienti. Procedete impastando con i palmi delle mani fino ad ottenere un panetto sodo e liscio. Avvolgetelo nella pellicola trasparente e fatelo riposare a temperatura ambiente per circa 20 minuti. Trascorso questo tempo riprendete l’impasto e stendetelo sottilmente allo spessore di 2mm. Piegate la sfoglia su se stessa fino a formare un’unica striscia di pasta e con un coltello affilato tagliate tante fette larghe circa 3mm. Srotolate i tajarin con le mani e metteteli ad asciugare in un vassoio ricoperto di farina prima di cuocerli in acqua bollente salata.

Dalla Lombardia i casoncelli, una pasta fresca all’uovo ripiena dal sapore leggermente dolce per la presenza di amaretti. Per apprezzare a pieno il gusto del ripieno conditeli con il classico burro, salvia e Parmigiano. 

casoncelli di sara milletti

Casoncelli

Ingredienti per 4 persone

Per la sfoglia

100g di semola rimacinata di grano duro

300g di farina 00 per pasta fresca

4 Uova Extra Fresche Grandissime AIA

1 tuorlo

10g di acqua

Per il ripieno

60g di pangrattato

1 ciuffo di prezzemolo

40g di parmigiano grattugiato

100g di macinato di bovino magro

150g di salsiccia di suino

1/2 pera kaiser

1 spicchio di aglio

6 amaretti (20g)

10g di uvetta

sale

pepe nero macinato al momento

scorza grattugiata di un limone biologico

Procedimento

Setacciate la farina e la semola sulla spianatoia. Fate una fontana, rompetevi al centro le uova e i tuorli, e unite anche l’acqua. Amalgamate gli ingredienti con una forchetta e poi impastate per una decina di minuti. Formate una palla, avvolgetela con la pellicola trasparente e fatela riposare per circa 20 minuti a temperatura ambiente.

Nel frattempo preparate il ripieno. In una padella rosolate la salsiccia, il macinato di vitello, il prezzemolo tritato, la pera fatta a pezzi e lo spicchio di aglio privato dell’anima interna. Fate intiepidire e frullate il tutto. A parte frullate il pangrattato, il Parmigiano, l’uvetta precedentemente ammollata e strizzata e gli amaretti. Unite i due composti e aggiustate di sale e pepe.

Stendete la pasta molto sottilmente, ritagliate dei quadrati dal lato di circa 6-7cm, distribuite al centro di ognuno un po’ di ripieno, spennellate con poca acqua i bordi, ripiegate la pasta sul ripieno a formate i casoncelli realizzando prima un triangolo e poi una caramella girando anche i lati. Disponete i casoncelli su un vassoio infarinato prima di cuocerli in acqua bollente salata.

Gli scialatielli, infine, sono una pasta fresca all’uovo tipica della Campania. Ad arricchire l’impasto a base di uova e farina c’è anche latte, Parmigiano e basilico. Veloci da preparare sono davvero buonissimi e per i condimenti si può spaziare dal mare alla terra, passando per i pesti.

Scialatielli

Ingredienti per 4 persone

200g di farina 00

200g di semola rimacinata di grano duro

2 cucchiai colmi di Parmigiano grattugiato

1 Uovo Extra Fresco Grandissimo AIA

175g di latte fresco

8 foglie di basilico

un cucchiaio d’olio extravergine d’oliva

sale

Procedimento

Lavate e asciugate delicatamente le foglie di basilico e tagliatele a striscioline. Setacciate le farine sulla spianatoia e unitevi il Parmigiano e il basilico. Fate la fontana, rompetevi all’interno l’uovo leggermente sbattuto e unite l’olio. Amalgamate gli ingredienti con una forchetta e poi unite a filo il latte. Impastate per una decina di minuti, formate una palla, avvolgetela con la pellicola trasparente e fatela riposare per circa 20 minuti a temperatura ambiente.

Trascorso questo tempo riprendete l’impasto e stendetelo allo spessore di 4/5mm sulla spianatoia infarinata. Fate asciugare la sfoglia per una decina di minuti, spolverizzatela con un po’ di semola e arrotolate i lembi trascinandoli verso il centro, prima da un lato e poi dall’altro. Con un coltello affilato tagliate l’impasto a fette di circa 6mm di larghezza quindi srotolatele delicatamente e ottenete gli scialatielli. Disponeteli in un vassoio ricoperto di semola e cuoceteli in acqua bollente salata per 5-6 minuti. 

Mangiar fuori
it

LE IDEE DI AIA

Tacchino: la guida completa

Vanta una carne magra e ricca di proprietà: scoprite in questa guida come portare in tavola piatti...

Pollo: la guida completa

La carne bianca, magra e gustosa del pollo raccontata in una guida completa e ricca di curiosità....

Uova: la guida completa

Proprietà, metodi di cottura, curiosità: tutto questo e molto di più nella guida di AIA dedicata...

Panati: la guida completa

Come portarli in tavola, gli abbinamenti e tutti i metodi di cottura: scoprite la guida completa...